Jean Dubuffet e l’Italia

20,00

Irriverente, anticonvenzionale, irritante, geniale, debordante e assolutamente libero da ogni schema possibile: queste sono le caratteristiche di Jean Dubuffet (Le Havre, 1901 – Parigi, 1985) un artista che ha sovvertito le sorti dell’arte del Novecento, e a cui è dedicata una mostra promossa da Lu.C.C.A e accompagnata da questo catalogo.
Attraverso sessanta opere, per la maggior parte inedite, si intende rintracciare un percorso intorno alla presenza, alla fortuna critica e al collezionismo di Jean Dubuffet in Italia, proponendo così una lettura dei legami dell’artista con il nostro paese. Dalla prima mostra al Naviglio di Milano (1958) alle mostre di Palazzo Grassi nei primi anni sessanta; dallo spettacolo di Coucou Bazar a Torino nel 1978, fino alla mostra del 1981 dedicata ai Teatri della Memoria, per arrivare all’ultimo omaggio del Padiglione Francese alla Biennale di Venezia nel 1984 con la presentazione dei Mires: un’occasione per rivalutare l’attenzione che l’Italia ha rivolto all’opera di Jean Dubuffet e alle sue numerose metamorfosi artistiche.

COD: Stefano Cecchetto, Maurizio Vanni, Silvana Editoriale 2011, 120 p., cm 23x28, brossura, Ediz. Italiana e English edition. Categoria: .
Condividi

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg