Firenze. Il gioco dell’arte

6,00

Secondo gli psicologi il “senso del bello” si sviluppa compiutamente solo a partire da un certo stadio di maturazione intellettiva e culturale. In realtà anche i più piccoli possiedono in potenza una loro concezione artistica; per rendersene conto basta osservarne i disegni, dove i colori sono associati in maniera talvolta straordinaria e le forme delle cose – il sole, un cane, una casa, un albero – riprodotte con semplicità e originalità sorprendenti.

Scritto da una storica dell’arte sulla base della sua esperienza di madre, questo volumetto stimola con successo la nascente sensibilità estetica e la capacità di osservazione dei bambini dai tre ai sette anni, “raccontando” in un linguaggio loro accessibile alcuni capolavori dei musei fiorentini.

COD: M.S. De Salvia Baldini, Mandragora, 1995, 48 p., cm. 16x16, rilegato, Ediz. Italiana/English/French/Spanish/German/Japenese edition. Categorie: , .
Condividi