In offerta!

Wildt. L’anima e le forme

34,00 17,00

Adolfo Wildt (Milano, 1868-1931) è il genio dimenticato del Novecento italiano.
Per lungo tempo, nonostante i riconoscimenti e la fama raggiunti in vita – gli fu assegnata per chiari meriti la cattedra di scultura nella prestigiosa Accademia di Brera a Milano e fu nominato Accademico d’Italia – il suo apprezzamento da parte della critica è rimasto controverso. Solo ora si torna finalmente a considerarlo tra i massimi scultori del Novecento.
Estraneo al mondo delle avanguardie e anticonformista, capace di fondere nella sua arte classico e anticlassico, fu criticato sia dai conservatori – che non apprezzavano i contenuti ancora pervasi dal Simbolismo e le scelte formali caratterizzate da richiami gotici ed espressionisti – sia dai sostenitori del moderno, che mettevano in discussione la sua fedeltà alla figura, la vocazione monumentale, il continuo dialogo con i grandi artisti del passato e la sua predilizione per il marmo.
Questi aspetti, uniti all’incredibile eccellenza tecnica, esercitano oggi su di noi un fascino nuovo che la grande mostra documentata in questo catalogo può finalmente restituire. Sono per la prima volta radunati insieme una serie di straordinari capolavori di Wildt che ricostruiscono il percorso completo della sua produzione sia scultorea sia grafica. Le opere sono messe in relazione con quelle degli artisti – pittori e scultori – del passato e sia con i moderni con cui si è intensamente e originalmente confrontato. Il volume si qualifica come un’opera editoriale completa e aggiornata, imprescindibile riferimento per chi desidera conoscere e approfondire la bellezza essenziale e inquietante delle sculture di Wildt.

 

MOMENTANEMENTE NON DISPONIBILE

COD: Fernando Mazzocca, Paola Mola, Silvana Editoriale, 2012, 384 p., cm. 23x28, brossura. Categorie: , .
Condividi