Vincenzo Meucci 1694-1766

50,00

“Si è voluto prestare la massima attenzione ad autori che hanno segnato il loro tempo ma ancora in attesa di un compiuto e organico riconoscimento critico.

Da questo punto di vista il caso di Vincenzo Meucci, artefice di primo piano del Settecento fiorentino, è estremamente emblematico: si tratta infatti di un pittore che ha raggiunto i massimi livelli dell’arte e della fama nel suo tempo ma che solo ora trova un’appropriata collocazione editoriale” dall’introduzione di Umberto Tombari.

COD: Carlotta Lenzi Iacomelli, Edifir, 2014, 304 p., cm. 25x29,5, rilegato. Categorie: , .
Condividi