In offerta!

Tom Dixon

35,00 17,50

“Tom Dixon, che suonava la chitarra basso con i Funkapolitan (e che somiglia fisicamente a Tom Waits) ha realizzato oggetti dolci e armonici come un riff di chitarra elettrica; oggetti che sembrano essere nati da quella misteriosa e antica capacità dei soldati inglesi di affascinare il mondo con i loro canti di guerra.” (A. Branzi) Per molti versi Tom Dixon rappresenta al meglio l’antica attitudine inglese al pragmatismo e il fenomeno (assolutamente invidiabile) della creatività giovanile e dell’economia nazionale della musica.
Anche Tom Dixon, come molti altri designer europei, ha iniziato la sua carriera lavorando in Italia, soprattutto con Giulio Cappellini (da sempre grande talent-scout) perché ha trovato nel nostro paese la consolidata tradizione delle piccole e medie industrie a interloquire con le logiche creative.
Nel 2002 però, da vero pragmatico, Tom Dixon ha fondato un selfbrand quasi a dimostrare che i suoi progetti erano utili agli altri ma prima di tutto a lui stesso.
A differenza del design italiano che nasce sempre da un’idea e cerca successivamente i materiali per realizzarla, sembra al contrario che Tom Dixon parta dagli strumenti, dai materiali, dalle tecniche a disposizione, e parta da queste creando i suoi oggetti.
COD: Davide Fabio Colaci, Angela Rui, 24 Ore Cultura, 2011, 119 p., cm. 23,5x31,5, rilegato. Categorie: , .

Informazioni aggiuntive

Peso 1.2 kg

Ti potrebbe interessare…