In offerta!

Semeghini e il chiarismo fra Milano e Mantova

35,00 24,50

Palazzo Te ospita, nella primavera 2006, una raffinata mostra che indaga la figura dell’artista Pio Semeghini (1878-1964) e il suo ruolo nei confronti dei Chiaristi lombardi, un gruppo di pittori che, per la personale concezione poetica e per l’espressione cromatica, si distinguono, nel corso degli anni trenta e quaranta del Novecento, dalle coeve tendenze di nostalgia postimpressionista, pur non costituendosi mai in un vero e proprio movimento artistico.
La mostra – curata da Francesco Butturini con il contributo scientifico di un comitato composto da Eristeo Banali, Ugo Bazzotti, Gabriella Belli, Renzo Margonari, Elena Pontiggia, Lionello Puppi e Filippo Trevisani – presenta per la prima volta in modo storico e filologico le opere di Semeghini e di altri chiaristi, quali Birolli, Broggini, Sassu, De Amicis, De Rocchi, Del Bon, Facciotto, Lilloni, Lucchini, Malerba, Marini, Mutti, Nodari, Padova, Perina, Pittigliani, Spilimbergo e Vernizzi.
Il catalogo costituisce un prezioso strumento per rivisitare con matura coscienza critica l’opera di un’importante figura della pittura italiana e per stilarne il bilancio in rapporto alle correnti estetiche che attraversarono la sua stagione.

 

MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE

COD: Francesco Butturini, Silvana Editoriale, 2006, 229 p., cm. 23x28, brossura. Categorie: , .
Condividi