Santa Maria delle Grazie. Un oratorio fiorentino dal ‘300 a oggi

14,00

Il libro ricostruisce le vicende storiche, architettoniche e artistiche dell’Oratorio di Santa Maria delle Grazie di Firenze attraverso documentazione fino ad oggi sconosciuta e una nuova analisi di quella già nota. Lo studio di cronache, diari, manoscritti, documenti, mappe e disegni dal XIV al XX secolo, provenienti da archivi pubblici e privati, permette di conoscere in modo approfondito la storia dell’oratorio e delle sue ricchezze legate alla fede e all’arte.
La raccolta di saggi si apre con il testo di Paola Massalin sulle origini e la storia dell’Oratorio, ricostruita anche grazie alle carte conservate nell’archivio Alberti di Biella. Seguono quindi i testi sulla storia architettonica della cappella e del contesto urbano, firmati da Eugenia Valacchi e Giampaolo Trotta, che ha dedicato una parte del suo scritto ai numerosi restauri avvenuti dopo le periodiche piene dell’Arno. Licia Bertani parla invece dell’affresco della Madonna, delle decorazioni pittoriche, della figura di San Giuseppe e della Compagnia della Buona Morte. Seguono poi la scheda di Riccardo Lorenzini sull’organo della Cappella e quelle di Beatrice Pucci e della famiglia Casini, che ricordano le figure di monsignor Fosco Vandelli e monsignor Leto Casini, rettori dell’oratorio. La scheda finale, di Piero Frizzi, è dedicata invece ai restauri del 2009.

COD: Aa. Vv., Polistampa, 2011, 176 p., cm. 17x24, brossura. Categorie: , .
Condividi