Japanese cinema

19,99

Fino a pochissimo tempo fa, il mondo occidentale aveva una visione assolutamente ristretta del cinema giapponese. Per anni, chiunque si interessasse di cinema giapponese doveva accontentarsi delle raccolte di Akira Kurosawa e di qualche film di Kenji Mizoguchi e Yasujiro Ozu, cartoni anime e di qualche film sui mostri doppiato malamente. Molti grandissimi cineasti quali Mikio Naruse e Keisuke Kinoshita sono rimasti sconosciuti a lungo in occidente, per non parlare delle commedie e dei musical che vengono totalmente ignorati al di fuori dell’Asia.

COD: Stuart Galbraith IV, Paul Duncan, Taschen, 2009, 192 p., cm. 23x31, rilegato, English edition. Categoria: .
Condividi