Il Complesso monumentale di San Lorenzo. La Basilica, le sagrestie, le cappelle, la biblioteca

35,00

Consacrata da San Ambrosio nel 393, è la più vecchia chiesa della città. Fu ricostruita su linee romanesche nel 1060. L’edificio odierno è datato 1423 e fu disegnato e costruito dal Brunelleschi. Nel ricostruire la basilica, Brunelleschi propose un nuovo tipo di Chiesa, decisamente sullo stile classico, inondando di luce che distinguesse la chiarezza architettonica (e non la mezza luce mistica utilizzata in precedenza), assolutamente regolare e simmetrica, in un orchestrazione continua. Dentro ci sono i lavori del Rosso Fiorentino, di Desiderio da Settignano, Donatello e Bronzino. La Chiesa è fiancheggiata dalla splendida Sagrestia vecchia, realizzata dal Brunelleschi e dalla Sagrestia Nuova del Michelangelo, che ospita le tombe della famiglia Medici, per questo chiamata Cappella dei Medici. Alla sinistra della Chiesa c’è la Biblioteca Laurenziana, anche questa disegnata dal Michelangelo, su ordine della famiglia dei Medici che voleva un posto dove conservare le loro preziose collezioni di libri, papiri e manoscritti. Non lontano dal complesso di San Lorenzo c’è il Mercato Centrale, un fine esempio dell’architettura di vetro e acciaio di fine 19° secolo. Con illustrazioni a colori.

 

MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE

COD: Umberto Baldini, Bruno Nardini, Banca Toscana, 1984, 350 p., cm. 22x28, rilegato. Categorie: , .