I tesori della Fondazione Buccellati. Da Mario a Gianmaria, 100 anni di storia dell’arte orafa

39,00

Realizzato in collaborazione con la Fondazione Gianmaria Buccellati in occasione della mostra fiorentina, il volume presenta una selezione di oltre cento opere, tra gioielli, lavori di oreficeria e di argenteria disegnati da Mario e Gianmaria Buccellati,?due tra i nomi più significativi del panorama orafo mondiale, eredi della illustre tradizione italiana, fiorita nel Rinascimento con Benvenuto Cellini, uno dei massimi artisti di ogni epoca.?Fu proprio seguendo i canoni rinascimentali che Mario Buccellati, definito da Gabriele d’Annunzio, di cui fu amico e sodale, il “Principe degli orafi”, creava le sue opere, reinterpretandole in modo assolutamente personale, unico e facilmente riconoscibile. A lui, va assegnato il merito di aver fatto conoscere lo “stile Buccellati” capace di diventare un mito dell’arte orafa, apprezzato dai membri delle case regnanti, da pontefici e uomini di cultura.

Il volume si apre con un omaggio a Mario Buccellati (Ancona, 1891 – Milano, 1965) attraverso alcuni tra i pezzi più preziosi ideati dal fondatore del marchio, come i bracciali, le spille o la tiara, lavorati a “tulle” o a “nido d’ape”, vero segno distintivo di Casa Buccellati, in cui la finezza del traforo è esaltata dall’incastonatura dei brillanti e delle pietre preziose.

Si prosegue con la sezione dedicata a Gianmaria Buccellati (Milano, 1929) che, seguendo le orme di suo padre, ha saputo guardare con estremo interesse alle diverse espressioni artistiche dell’antichità, del Rinascimento, del Barocco e del Rococò che rappresentano per lui un’inesauribile fonte d’ispirazione cui attingere motivi e temi da rielaborare e da applicare alle diverse tipologie di manufatti preziosi.

Chiudono il volume un glossario delle principali tecniche orafe in uso nel Medioevo e nella prima età moderna riprese e studiate da Mario e Gianmaria Buccellati e il regesto delle opere.

COD: Riccardo Gennaioli, Skira, 2014, 368 p., cm. 24x28, brossura. Categorie: , .
Condividi