In offerta!

Gli occhi della notte. Celti, Etruschi, Italici e la volta celeste

25,00 12,50

volume, attraverso opere emblematiche e suggestive di ammirevole invenzione ed esecuzione, quali le dodici guarnizioni bronzee della brocca da cerimonia di Brno-Malomĕřice, capolavoro dell’arte celtica, illustra e racconta diversi aspetti del rapporto col cielo di tre diverse civiltà dell’Europa antica: la dottrina druidica dei Celti, l’adozione da parte di popoli italici di immagini di segni zodiacali portate dall’oriente e la divinazione etrusca.
Racconto reso possibile da un approccio innovativo nella scelta e nell’analisi dei reperti che sa leggere i motivi sbalzati o incisi su questi capolavori non come realizzazioni puramente decorative frutto dell’estro e della ricerca stilistica dell’artista , ma come immagini semantiche che aprono squarci sul mondo spirituale e sulle conoscenze di queste antiche popolazioni europee.
Un racconto affascinante che intreccia arte, pensiero religioso e astronomia a raccontare il legame tra l’uomo ed il cosmo che affonda le sue radici nei primordi della civiltà umana.
Il catalogo è stato realizzato in occasione della mostra omonima, organizzata dal Coordinamento del Castello Sforzesco e dall’Associazione culturale Capodanno Celtico.
Venceslas Kruta è direttore del Centre d’études celtiques della Sorbona, membro dell’Istituto archeologico tedesco, dell’Istituto di studi etruscoitalici di Firenze, dell’Accademia di storia di Madrid, dell’Accademia di Versailles e di altri istituti prestigiosi, nonché curatore della mostra I Celti di Palazzo Grassi a Venezia.

COD: Luana Kruta Poppi, Venceslas Kruta, Emanuela Magni, Skira, 2008, 104 p., cm 24x28, brossura. Categorie: , .

Informazioni aggiuntive

Peso 0.8 kg

Ti potrebbe interessare…