In offerta!

Gentile e i pittori di Fabriano

90,00 45,00

Gentile non ha mai avuto un critico che ne abbia seguito le vicende alla luce di quello che accadeva al suo passaggio. Ma basterà avere nozione sicura di quella che era la pittura a Venezia prima del suo giungervi per rendersi conto della fondamentale sua opera che sta all’origine di un rinnovamento che si sviluppa per tutta l’area padana. Non si capisce Pisanello senza Gentile, che sempre più si rivela, nonostante le incredibili vicende che hanno cancellato la maggior parte delle sue opere, come il più grande pittore, il più emblematico artista dei primi due decenni del Quattrocento: vero padre della pittura di luce, che sarà gloria della scuola veneziana.

COD: Pietro Zampetti, Giampiero Donnini, Nardini Editore, 1992, 276 p., cm. 24x32, rilegato. Categorie: , .
Condividi