Firenze sparita. Nei 120 dipinti di Fabio Borbottoni

14,90

I quadri di Fabio Borbottoni (Firenze 1820-1901) testimoniano quanto la città fosse ricca e viva e quanto sia andato perduto con l’ottocentesca rivoluzione urbanistica del centro di Firenze, consentendo al lettore un confronto con il passato. Alle antiche porte si alternano nel volume i ponti, con alcune concessioni alla fantasia che il Borbottoni lascia libera nella rappresentazione di un Ponte Vecchio nell’inedita versione fortificata. Il Mercato Vecchio e il Ghetto sono il cuore del libro, ma anche le immagini della Firenze fuori le mura sono suggestive nella loro duplice opposta realtà: il Pian de Giullari e la zona di Porta Romana.

COD: Franco Cesati, Newton Compton, 2014, 275 p., cm. 25x26,5, rilegato. Categorie: , .