Fiabe un po’ da piangere

15,00

“Una volta si racconta che c’era sette figlie tutte femmine, figlie d’un Re e d’una Regina…” Così inizia la favola di “Sfortuna”, in cui una tenace principessa riesce a trasformare la sua cattiva Sorte. E poi c’è la storia di “Bellinda e il Mostro”, in cui una giovane generosa e sensibile si sacrifica e ama oltre le apparenze. “L’Uccel Belverde” racconta di intrighi familiari, figli coraggiosi e inganni svelati, mentre “Pomo e Scorzo” narra di maghi, fate e incantesimi in un crescendo di colpi di scena. E infine “Il Principe canarino”, in cui l’amore trionfa a dispetto della crudeltà! Cinque fiabe che non fanno piangere davvero, ma che commuovono solo un po’, illustrate da Desideria Guicciardini con raffinatezza e partecipe stupore. Le Fiabe italiane racchiudono il tesoro della tradizione fiabistica popolare degli ultimi cent’anni. Da quello scrigno Calvino stesso ha selezionato per i più piccoli queste storie, in cui le vite di persone e animali si intrecciano a magia e meraviglia senza tempo. Età di lettura: da 6 anni.

COD: Italo Calvino, Mondadori, 2013, 93 p., rilegato. Categoria: .
Condividi