Disegnare il tempo e l’armonia. Il disegno di architettura osservatorio dell’universo

100,00

Gli architetti più di altri, nel corso dei tempi, hanno cercato di carpire i segreti dell’ordine e dell’armonia dalla volta celeste alla piccola scala terrena. Dunque, se armonia e tempo (interrelati fra di loro) sono stati i parametri essenziali di riferimento dalla ricerca della “regola” della creazione divina alla affermazione della regola nella creazione terrena, il disegno, nella sua peculiarità di atto umano che può creare attraverso i segni la costruzione, la comunicazione e le emozioni, è stato ed è il veicolo che misura, elabora e dà forma ai pensieri. Il disegno è infatti l’ambito privilegiato, nella proiezione visibile delle immagini, che permette di capire le intenzioni e le conoscenze del progettista e della società alla quale appartiene.
Gli obiettivi del convegno sono stati indirizzati a tre campi di ricerca fra quelli ben noti agli architetti ma nel caso di interesse peculiare per l’ambito scientifico-disciplinare della “figurazione” e della “rappresentazione”. Nell’incontro delle tre giornate, analizzando il programma e le intenzioni dichiarate si comprende che l’attenzione di ogni intervento è stata rivolta ai diversi ambiti scientifici affrontati ma tutti scaturiti dal pensiero comune legato al disegno nel senso disciplinare etimologico più largo.

COD: Emma Mandelli, Gaia Lavoratti, Alinea Editrice, 2011, 992 p., 2 volumi, cm. 17x24, brossura, Ediz. Italiana e English edition. Categoria: .