In offerta!

Diario

18,00 9,00

Italiano del Novecento, si avvicina all’arte da “enfant prodige”, mostrandosi fin dalla giovinezza incline allo studio dei grandi maestri antichi e alla perizia tecnica. Oggetto di pareri critici estremamente discordanti – negli stessi anni trionfano l’astrattismo, la pop art e tutto ciò che è antitetico al “figurativo” – la pittura di Annigoni conquista la fama imponendosi a un pubblico internazionale, soprattutto in seguito alla realizzazione dei ritratti dei più celebri fra i potenti della terra.
È soprattutto questo l’aspetto che rende il Diario che qui presentiamo un libro appassionante.
Ascoltare i commenti della regina d’Inghilterra mentre posa per Annigoni;
vedere John Fitzgerald Kennedy nello Studio ovale mentre affronta i grandi problemi internazionali, tra cui la crisi di Cuba, con il pittore, esasperato, che lo richiama all’ordine, che gli chiede un attimo di tregua per poterlo ritrarre; entrare nella favolosa reggia di Teheran, raccogliere le confidenze dello Scià impegnato nella motorizzazione del paese prima della rivoluzione comunista e della moglie Farah Dibah; incedere tra le solenni stanze del Vaticano per trovarsi di fronte a Papa Giovanni XXIII, che posa paziente e tra una posa e l’altra dice parole di bontà e di saggezza: tutto questo costituisce, per il lettore, un’esperienza affascinante, che Annigoni sa donargli in uno stile di scrittura vivo, partecipe, e a volte caustico – come sanno esserlo i fiorentini – verso i grandi della terra che ha di fronte.
Bellissimi disegni commentano, anno dopo anno, gli eventi narrati nel Diario.

COD: Pietro Annigoni, Abscondita, 2009, 194 p., brossura. Categorie: , .
Condividi