In offerta!

Degas e gli italiani a Parigi

50,00 25,00

Catalogo mostra al Palazzo dei Diamanti, Ferrara 14 settembre – 16 novembre 2003.

L’interesse di Degas per la figura umana, il suo audace senso della composizione, l’impiego di un tratto sicuro e la sperimentazione di numerose tecniche artistiche distinguono la sua arte da quella dei suoi colleghi impressionisti. L’insieme di queste caratteristiche ispirò alcuni pittori e scultori italiani che risiedevano a Parigi durante gli anni Settanta e Ottanta dell’Ottocento. Tra questi Giovanni Boldini, Federico Zandomeneghi, Giuseppe de Nittis e Medardo Rosso.
Questa mostra, la prima dedicata allo studio delle relazioni tra Degas e questi artisti italiani, indaga su un episodio importante della scena parigina di fine Ottocento e si propone di aprire nuove e interessanti prospettive sull’arte del periodo.
La rassegna sarà composta di circa settanta opere – olii, pastelli, disegni, stampe e sculture – di cui circa la metà di Degas e circa dieci per ciascun artista italiano. Ciascuno di loro rispose in maniera propria e originale all’arte del grande maestro francese: mentre Zandomeneghi e De Nittis si dedicarono perlopiù ai temi urbani di vita moderna dipinti da Degas, Boldini condivise soprattutto il suo interesse per la figura umana e per la grande arte del passato. Tutti loro seguirono l’esempio del maestro nella tecnica del pastello e dell’incisione. Per quanto riguarda la scultura, la mostra si occuperà dell’affascinante relazione, ancora inesplorata, tra le figure in cera del francese e le radicali innovazioni apportate da Medardo Rosso nella modellazione della cera e del gesso. Accompagnerà la rassegna un catalogo approfondito con saggi, schede esaustive e tavole a colori di tutte le opere.

COD: Ann Dumas, Ferrara Arte, 2003, 440 p., cm. 23,5x30,5, copertina olandese. Categorie: , .

Descrizione

23,5×30,5,