Da Magritte a Magritte

38,75

Catalogo mostra Palazzo Forti, Verona 6 luglio – 20 ottobre, 1991.

Magritte, maestro del Surrealismo, apre una finestra sull’assoluto giocando sul senso. Per lui, lo scarto tra la cosa e il suo nome fa glissare il senso della convenzione verso l’esplorazione interiore. L’immagine è illusione. La fattura mimetica delle opere di Magritte associa il trompe-l’oeil a un “trompe-l’esprit”: le cose non sono mai quello che si crede esse siano e il senso vive unicamente grazie all’intenzione che a esso viene assegnata.

 

MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILE

COD: Giorgio Cortenova, Charly Herscovici, Mazzotta, 1991, 386 p., cm. 23x27, brossura. Categoria: .