In offerta!

Caravaggio. Delle sue incongruenze e della sua fama

21,00 10,50

Quando Bernard Berenson (1865-1959) nel 1951 si appresta a scrivere il Caravaggio, nell’estrema vecchiaia, è uno dei maggiori studiosi dell’arte del Rinascimento italiano. Dinanzi a lui ha una personalità artistica prorompente, che improvvisamente sente “il gusto e la voglia” di conoscere più da vicino: Michelangelo Merisi da Caravaggio, che non è solo una figura centrale nella storia della pittura europea, ma è anche uno degli artisti più amati e conosciuti, per la sua fama di “pittore maledetto”. Berenson ne ripercorre l’avventura artistica in una prosa libera e provocatoria, e gareggia con l’altra grande opera che il massimo studioso d’arte italiano, Roberto Longhi, dedica in quegli stessi anni al Caravaggio. È da questi due scritti, ugualmente magistrali, che nasce la straordinaria fortuna critica e la rinnovata fama di uno dei più grandi artisti di tutti i tempi.
Pubblicato nel 2004, ristampato, il Caravaggio di Berenson viene ora riproposto con una nuova appendice iconografica che ripercorre tutta la parabola artistica del pittore.
Ricordiamo che di Bernard Berenson sono disponibili L’Arco di Costantino e Estetica, etica e storia in Carte d’artisti; Piero della Francesca in Miniature.

COD: Bernard Berenson, Abscondita, 2011, 176 p., brossura. Categorie: , .
Condividi